Cura e manutenzione

Segui i semplici consigli che seguono e la tua Vama ti servira' per i prossimi 20 anni.

AZIENDA CON SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA’ CERTIFICATO DA ICILA – UNI EN ISO 9001

 

Questa pagina, dedicata agli acquirenti ed agli utilizzatori delle cucine Vama prodotte da Trendit S.r.l. , contiene chiarimenti e consigli al fine di ottenere le massime prestazioni da un prodotto che giornalmente e’ sottoposto ad un utilizzo continuo e che subisce periodicamente svariati attacchi da agenti di tutti i tipi. Pensiamo solamente a quante sostanze diverse vengono in contatto con i piani di lavoro, da quelle liquide (olio, succhi di frutta, sostanze caldissime e freddissime) a quelle solide (lame, pentole, vetro).Per questo motivo, nonostante il nostro prodotto non necessiti di particolari cure grazie alla selezione oculata dei materiali e alle specifiche costruttive che hanno da sempre tenuto ben presente l’ambiente in cui il prodotto deve lavorare, vorremmo fornirvi alcuni semplici accorgimenti utili a conservare la vostra cucina nella maniera piu\\\’ efficiente possibile per conservare intatto il fascino di un prodotto che avete selezionato con grande attenzione.

La avete immaginata, progettata, cercata, ora e\\\’ la\\\’, montata e pronta per essere utilizzata. La vostra nuova cucina, uscita circa dieci giorni fa’ dai nostri stabilimenti e’ ora pronta per servirvi con diligenza e discrezione per i prossimi quindici anni.

Verificate subito che chi ha montato il prodotto all’interno della vostra casa abbia avuto cura di regolare le ante dei pensili e delle basi in maniera tale che le stesse risultino allineate l’una all’altra.

Vorremmo ricordarvi che qualsiasi malfunzionamento dovuto a difetti di fabbricazione riscontriate nella cucina e’ coperto da una garanzia di due anni, vi esortiamo quindi a rivolgervi con fiducia al vostro rivenditore per qualsiasi chiarimento o necessita’ possa emergere. Gli elettrodomestici sono invece coperti da garanzia del produttore. Quindi qualsiasi malfunzionamento concerna gli stessi dovra’ essere comunicato alla casa produttrice degli elettrodomestici che avete selezionato al momento dell’ acquisto.

I MOBILI

IN OTTEMPERANZA ALLE DISPOSIZIONI DI LEGGE DEL DM 10/10/2008 E D.LGS 205/05 “CODICE CONSUMO”

 

STRUTTURA CASSA

STANDARD – Pannelli di truciolare nobilitato su 2 lati con carta melaminica spessore 18 mm. bordato, lati a vista con bordo in ABS da 1 mm. e restanti lati con bordo in carta da 0,3 mm.
EXTRA – a richiesta si realizzano casse con Pannelli di multistrati di legno Pioppo da 18 mm.
SCHIENALE – pannello in fibra a media densità nobilitato carta melaminica spessore mm. 3
** Tutti i pannelli rientrano nella classe formaldeide E1 **


MOBILE BASE

Quando parliamo di “basi” tecnicamente intendiamo tutti quei mobili appoggiati a pavimento. Le basi non hanno necessita’ di particolari tipi di manutenzione, tranne la regolazione delle cerniere dopo circa un mese dal montaggio della cucina che si rende necessario per il normale assestamento del prodotto.

Agire sulle viti di regolazione presenti sulle cerniere per ottenere il corretto allineamento delle ante.

LO ZOCCOLO

Al di sotto delle basi trovate quello che noi produttori chiamiamo zoccolo. Lo zoccolo e’ costituito da una barra di chiusura che si estende al di sotto delle basi. Lo zoccolo svolge una duplice funzione. In primis serve ad evitare che polvere ed oggetti si depositino al di sotto delle basi ed in seconda istanza svolge anche una funzione di estetica. Lo zoccolo e’ collegato alle gambe delle basi mediante delle clip, che lo rendono smontabile. Potrete quindi facilmente smontarlo semplicemente tirandolo verso di voi.

Collegamento dello zoccolo sui piedi – regolabili – delle basi.

PENSILI

Quando parliamo di pensili, intendiamo tutti i mobili che sono sospesi, mediante una barra di supporto, al di sopra della linea delle basi. I pensili, esattamente come le basi, non necessitano di alcun tipo di manutenzione a parte la ri-regolazione delle ante dopo il primo mese di utilizzo della cucina. Durante il montaggio e’ comunque bene che verifichiate che i pensili siano bene allineati uno con l’altro, e che le maniglie, cosi’ come le ante, siano in linea tra loro.

Emissioni di formaldeide: Tutti i componenti delle nostre cucine sono in classe E1. Smaltimento: per le parti in vetro e plastica potete procedere al normale smaltimento domestico differenziato, per tutti gli altri elementi, es: elettrodomestici, dovrete contattare l’autorita\\\’ di smaltimento rifiuti locale

FINITURE

Vama cucine propone il suo prodotto in diverse finiture. Produce cucine in legno massello, impiallacciato, laccato, in vetro ed in pvc. Queste diverse finiture non soltanto apportano diversita’ estetiche nel prodotto, ma richiedono tipologie di manutenzione e pulizia diverse. Qui sotto un prospetto delle varie finiture.

LEGNO NATURALE

Le ante in legno naturale sono state fabbricate ed assemblate utilizzando il massimo scrupolo nella selezione dei materiali al fine di poter offrire la massima qualita’ ed la omogeneita’ di colore in ogni cucina che esce dai nostri stabilimenti. Tuttavia, essendo il legno una essenza naturale che non trattiamo con prodotti vernicianti colorati, e’ possibile che si possano riscontrare delle lievi differenze di tono di colore tra le ante. Questa particolarita\\\’ non puo’ venire considerato difetto, ma deve essere considerato pregio, che differenzia la vostra cucina in maniera univoca rispetto a qualsiasi altra. Nonostante che le essenze selezionate per la produzione delle ante in legno siano state trattate per ridurre al minimo il tasso di umidita’ presente e per resistere alla stessa per prolungati periodi di esposizione, non possiamo garantire la resistenza delle stesse a infiltrazioni di acqua e sgocciolamenti.Consigliamo di spolverare le ante in legno della vostra cucina con un panno umido, evitando qualsiasi prodotto alcolico che potrebbe opacizzare la naturale lucentezza del legno. Per una pulizia piu’ accurata potrete utilizzare un detersivo che non graffi distribuito nella direzione della venatura per detergere anche i pori piu’ minuti. Risciacquare poi con un panno umido e soffice.

LEGNO VERNICIATO

Le ante in legno verniciato sono state trattate una ad una da un verniciatore specializzato che ne ha curato la finitura a mano. Per quanto riguarda la pulizia, consigliamo l’utilizzo di un panno umido che vi consentira’ non solo di rimuovere la polvere che potrebbe posarsi sul prodotto ma contribuira’ a mantenere la lucentezza naturale del prodotto. Sono assolutamente da evitare prodotti alcolici di qualsiasi tipo, e prodotti chimici non esplicitamente rivolti alla pulizia del legno come trielina acetone ed ammoniaca.

PVC

Le ante in PVC, specificamente scelto per garantire la massima affidabilita’ nel tempo in termini di conservazione del prodotto e di omogeneita’ di colore, hanno comunque subito un processo manuale di verniciatura. Per questo motivo consigliamo per la pulizia un panno umido e per le macchie particolarmente tenaci una soluzione diluita di acqua con un prodotto per la pulizia del vetro a base non alcolica oppure del sapone. Per il risciacquo utilizzate un panno umido e soffice.

LACCATURE LUCIDE ED OPACHE

La finitura laccata, sia lucida che opaca e’ una tra le piu’ delicate. Grande attenzione viene impiegata da tutti gli operatori durante la selezione delle vernici e la preparazione del prodotto, grande attenzione e’ impiegata dai verniciatori e dalle persone che si occupano del controllo qualita’ prodotto all’interno della azienda affinche’ la laccatura vi giunga senza imperfezioni. Grande attenzione dovra’ quindi essere adoperata anche da Voi per la conservazione di questo prodotto di gran pregio. Vi raccomandiamo di spolverare le ante laccate utilizzando un panno morbido ed umido che non generi righe sulla laccatura, e di evitare assolutamente qualsiasi prodotto chimico o alcolico. Utilizzando questi accorgimenti il prodotto si conservera’ al meglio mantenendo brillantezza e uniformita’ di colore. In alternativa potrete utilizzare un prodotto detergente non abrasivo.

LAMINATO

Le ante in laminato sono caratterizzate da una robustezza assoluta e sono dotate di bordi in ABS applicati mediante colle poliuretaniche che sono ulteriore garanzia contro il distaccamento degli stessi. Non necessitano di particolari accorgimenti. Per la pulizia delle ante potrete utilizzare pressoche’ qualsiasi tipo di detergente, come sapone o liquido per la pulizia dei vetri. L’unica cosa che potrebbe rovinare la vostra cucina sono prodotti particolarmente aggressivi come acetone, trielina e ammoniaca, il cui uso e’ assolutamente sconsigliato. Per rimuovere le macchie di calcare potrete utilizzare detergenti che contengono acidi deboli, come l’acido acetico al 10% o acido citrico. Per le macchie di inchiostro utilizzate alcool etilico. Per la normale pulizia utilizzate un detergente per vetri, che conferira’ lucentezza alla cucina senza lasciare aloni. Evitate pagliette in metallo o paste abrasive.

MANIGLIE

Per quanto riguarda la pulizia, tutte le maniglie ed i pomelli potranno essere spolverate con un panno umido, evitando di utilizzare prodotti alcolici o abrasivi per non intaccare la pellicola protettiva che ne garantisce la durata nel tempo

CASSETTIERE

I cassettoni, che potrete utilizzare per riporre con praticita’ ogni oggetto di forma particolarmente ingombrante, sono strutture specificamente ingegnerizzate per sopportare pesi e carichi notevoli. I cassetti che abbiamo montato sulla Vostra nuova cucina hanno fondo in resina antigraffio ed antiscivolo, sono costruiti in materiale atossico per alimenti, sono testati per sopportare carichi sino a 30 kg di peso e certificati per 80.000 cicli di apertura e chiusura. Non assorbono umidita’ ed hanno costanza assoluta nelle forme e nelle dimensioni. Il cassettone non necessita di accorgimenti particolari, se non quello di cercare di distribuire il carico all’interno dello stesso in maniera equilibrata, evitando di porre tutto il peso su un unico lato dello stesso. La distribuzione del peso in maniera equilibrata garantira’ un perfetto scorrimento del cassettone all’interno ed all’esterno della struttura. Il cassettone potra’ essere spolverato internamente con un panno umido. Non necessita di alcuna lubrificazione. Il movimento dei cassetti e dei cassettoni e’ reso silenzioso ed uniforme dallo scorrimento delle sfere in acciaio all’interno delle guide in metallo. La struttura del cassetto e gli accurati criteri produttivi delle guide consentono carichi permanenti notevolmente alti senza dover temere alcun tipo di cedimento strutturale. I cassetti ed i cassettoni sono dotati di arresto anti-sganciamento e richiamo automatico di chiusura che agisce negli ultimi 4/6 cm. I cassetti ed i cassettoni infine, possono essere inoltre registrati in altezza ed inclinazione. In posizione aperta consigliamo di evitare di sottoporre i cassetti a carichi verticali eccessivi. Inoltre i cassetti ed i cassettoni sono dotati di un sistema di aggancio e sgancio rapido senza bisogno di utensili e sono affidabili e resistenti all’usura

VETRO ED ALLUMINIO

I mobili a vetro, in cui montiamo pianetti in cristallo temperato per motivi estetici e di sicurezza, non necessitano di particolare manutenzione, se non la regolazione delle ante dopo un primo periodo di utilizzo. Per la pulizia del vetro consigliamo l’utilizzo di un prodotto specifico oppure di alcool. Nel caso il montante dell’anta sia in alluminio, per la pulizia consigliamo l’utilizzo di acqua calda e detersivo. Per asciugare la superficie utilizzate panni morbidi oppure pelle di daino. In alternativa potrete utilizzare una soluzione di acqua ed aceto bianco bollente. Da evitare assolutamente l’uso di detergenti in polvere, pagliette metalliche e detergenti contenenti cloro e derivati (candeggina e acido muriatico).

CERNIERE

La ferramenta che consente il collegamento delle ante ai mobili ( e la relativa chiusura ed apertura delle stesse) viene detta “cerniera”. Le cerniere sono dotate di regolatori che consentono il posizionamento corretto dell’anta sul mobile stesso. Per effettuare tali regolazioni l’unico strumento necessario e’ un cacciavite a taglio di piccola dimensione. Le cerniere BLUM che utilizziamo sono state selezionate per la garanzia di estrema resistenza. Sono infatti collaudate per 100.000 cicli di apertura e di chiusura. Sono in metallo e non necessitano di alcuna manutenzione. Consigliamo eventualmente di evitare di lasciare aperte (all’interno dei mobili) confezioni di detersivo che potrebbero portare dopo tempo all’ossidazione delle stesse.

PIANI DI LAVORO

LAMINATO

I laminati che montiamo sulle nostre cucine sono composti da un pannello di classe E1 idrorepellente a caratteristiche standard V100. Tale pannello e’ rivestito di laminato HPL (high pressure laminate) conforme alle norme eruropee EN438. La lavorazione ad alta pressione di questo laminato garantisce elevati standard di qualita’ e resistenza ad acqua, vapore, calore, macchie, urti ed abrasioni. Tali caratteristiche vi consentiranno di fatto di limitare al minimo le operazioni di manutenzione dei piani. Per la pulizia dei piani sara’ sufficiente utilizzare una spugna umida e non abrasiva (sono da evitare pagliette in acciaio o detergenti che contengano paste abrasive). Per rimuovere macchie piu’ ostinate potrete utilizzare spazzole morbide, detergenti liquidi, o prodotti specifici per il vetro che conserveranno la specularita’ dei piani. Per rimuovere macchie di calcare dai piani (ad eccezione dei piani inox, di quelli in quarzo e dei piani piastrellati) potrete utilizzare acidi deboli (acido acetico diluito o acido citrico diluito). L’utilizzo di alcool vi consentira’ di rimuovere macchie di inchiostro. Per evitare bruciature evitate di appoggiare sui piani di lavoro pentole o tegami prelevati direttamente dal piano di cottura immediatamente dopo la cottura stessa e per evitare graffi cercate di non trascinarvi oggetti che potrebbero rigare i piani.

MARMO, GRANITO, PIETRA

Il marmo e la pietra necessitano di una maggiore cura rispetto ad altri materiali sintetici. In particolare, la loro composizione (carbonato di calcio) e’ soggetta agli attacchi di agenti esterni comunemente presenti in cucina. Acidi della frutta (succhi di pomodoro e di agrumi) macchieranno ed intaccheranno irrimediabilmente il piano di lavoro, mentre olio, vino, caffe’ ed aceto genereranno macchie di difficile asportazione. Vi consigliamo quindi di rimuovere subito con acqua tiepida e sapone le sostanze che si poseranno sul vostro piano di lavoro. Ugualmente il marmo difficilmente tollera le alte temperature, che come le sostanze di cui sopra, macchieranno irrimediabilmente la superficie del piano.I piani in granito, al contrario, presentano una maggiore resistenza agli agenti esterni, alle abrasioni ed agli urti. Nondimeno vi consigliamo di rimuovere con acqua le sostanze che si poseranno sul piano. Se troverete un alone sul vostro granito, non allarmatevi, in pochi mesi verra’ assorbito. L’acido citrico presente generalmente negli agrumi potrebbe togliere brillantezza alla superficie, evitate quindi che vi si posi.

PIANO PIASTRELLATO

I piani piastrellati sono realizzati da una struttura interna di particolato di legno idrorepellente su cui vengono applicate le formelle in pietra tra loro sigillate da resine specifiche che garantiscono la durata e solidita’ del prodotto. Le formelle in pietra sono resistenti al calore, alle macchie ed alle abrasioni. Per la pulizia potrete tranquillamente utilizzare qualsiasi tipo di detergente adatto alle superfici ruvide e porose, evitando unicamente acidi molto aggressivi o abrasivi ed in particolare macchine di pulizia a vapore ed acqua bollente che tendono a rovinare gli interstizi stuccati tra una mattonella e l’altra.

QUARZO

I piani di lavoro in quarzo, esteticamente eccezionali sono realizzati in lastre composte da quarzo (per una percentuale superiore al 99%) miscelato con resine leganti. I piani costruiti con questi materiali garantiscono un resistenza agli urti impareggiabile, una lucentezza e compattezza eccezionale e grande praticita’ d’uso. La lastra di quarzo che si ottiene dalla miscelazione di polvere di quarzo e resine e’ resistente alle abrasioni, impermeabile, compatta, elastica, resistente alle escursioni termiche ed agenti chimici; e’ igienica, antistatica (e quindi non attira polvere) e tornando agli aspetti estetici, presenta un colore omogeneo e stabile nel tempo. Per la pulizia giornaliera e’ sufficiente una spugna umida. Tutte le macchie sono eliminabili mediante pulizia con detergenti comuni.

ACCIAIO

L’acciaio, simbolo di forza, resistenza e inattaccabilita’, richiede degli accorgimenti per consentirne la conservazione e mantenere nel tempo la assoluta valenza estetica che lo caratterizza. Per la pulizia giornaliera potrete utilizzare un panno morbido ed acqua tiepida. Eventualmente potrete trattare la superficie del piano di lavoro con un detergente neutro e non abrasivo. Evitate assolutamente spugnette metalliche. Per rimuovere macchie di calcare, utilizzate prodotti specifici per l’acciaio che oltre a rimuovere la macchia restituira’ brillantezza alla superficie. Per rimuovere macchie resistenti di grasso potrete utilizzare alcool o aceto bianco per poi risciacquare con acqua tiepida mediante un panno morbido. Tra i prodotti detergenti abbiate cura di evitare sostanze che contengano cloro come la candeggina e acido muriatico. Evitate di lasciare per lungo tempo sul piano di lavoro panni umidi. I succhi di limone, pompelmo, pomodoro e la cola potrebbero macchiare indelebilmente la superficie del piano.

ILLUMINAZIONE

Tutti i sistemi utilizzati rispondono alla normativa EN 60598

ELETTRODOMESTICI

Gli elettrodomestici che avete acquistato con la vostra nuova cucina sono garantiti dalla rispettive case produttrici, pertanto Vama cucine non puo’ fornire alcun servizio di supporto su questi prodotti. Nella documentazione che vi e’ stata consegnata potrete trovare gli indirizzi ed i riferimenti che vi consentiranno di usufruire della garanzia e dei servizi informativi che le case produttrici hanno ritenuto opportuno mettervi a disposizione.

CAPPE

Vi invitiamo, nel caso in cui abbiate acquistato una cappa filtrante, a sostituire periodicamente i filtri a carbone attivo delle stesse per mantenere inalterato nel tempo il potere di aspirazione e depurazione dell’aria della vostra cappa. Potrete richiedere nuovi filtri presso un nostro rivenditore che provvedera’ ad ordinarli direttamente in azienda, al fine di ottenere un componente di ricambio originale direttamente dal produttore. La pulizia delle cappe in metallo, rustiche e moderne d’arredamento va effettuata mediante un panno umido e un detergente neutro. Non utilizzate mai prodotti abrasivi o spugne in metallo.

LAVELLI

LAVELLI ACCIAIO

Come i top in acciaio, anche i lavelli richiedono lo stesso tipo di manutenzione. Dopo l’utilizzo il lavello va deterso con acqua calda ed un prodotto neutro ed asciugato con un panno umido o una simil-pelle di daino. Per rimuovere macchie di calcare, utilizzate prodotti specifici per l’acciaio che oltre a rimuovere la macchia restituira’ brillantezza alla superficie. Per rimuovere macchie resistenti di grasso potrete utilizzare alcool o aceto bianco per poi risciacquare con acqua tiepida mediante un panno morbido. Tra i prodotti detergenti abbiate cura di evitare sostanze che contengano cloro come la candeggina e acido muriatico. Evitate di lasciare per lungo tempo sul piano di lavoro panni umidi. I succhi di limone, pompelmo, pomodoro e la cola potrebbero macchiare indelebilmente la superficie del piano.

SMALTATI

I lavelli smaltati non temono macchie di alcun tipo ne’ le sostanze acide normalmente presenti in cucina. L’unico accorgimento che dovrete utilizzare e’ di evitare che oggetti cadano dall’ alto sul lavello. Infatti i lavelli smaltati si scheggiano facilmente. Per la pulizia potrete utilizzare qualsiasi prodotto presente sul mercato dei detergenti per la casa e per l’asciugatura utilizzate un panno morbido.

IN MATERIALE COMPOSITO – RESINA

I lavelli in resina non necessitano di alcuna manutenzione, sono resistenti al calore, agli acidi, agli urti ed alle abrasioni. Pertanto non dovrete preoccuparvi di nulla. Al fine di mantenere inalterato nel tempo l’aspetto del lavello vi consigliamo di sciacquarlo dopo l’uso con acqua ed un panno morbido. Per macchie particolarmente resistenti potrete utilizzare eventualmente prodotti contenenti cloro dilutiti con acqua (come la candeggina). Per rimuovere incrostazioni organiche particolarmente tenaci potrete utilizzare spugne in nylon.Per rimuovere residui di calcare sara’ particolarmente efficiente dell’aceto bianco o del detersivo per lavastoviglie che potrete far agire per qualche ora sulla macchia per poi rimuoverlo sciacquando abbondantemente con acqua.

LAVELLI IN FRAGRANITE

I lavelli in Fragranite, che e’ un prodotto sintetico di nuova generazione a base di pietra naturale e resina, sono tra i piu’ resistenti in commercio. I numerosi test effettuati dai produttori hanno dimostrato una particolarissima resistenza al calore, alle abrasioni, agli agenti esterni, alle macchie e all’usura. Il colore stesso che e’ parte integrante della materia con cui e’ costruito il prodotto rimarra’ costante nel tempo. Per la pulizia quindi vi consigliamo di utilizzare acqua ed un panno morbido e pulito. Per macchie comuni utilizzate un detergente da cucina, mentre per quelle particolarmente ostinate utilizzate candeggina o alcool.

Logo NerodecòLORENZO LETIZI+39 333 8475219lorenzo@nerodeco.itnerodecò pensare kreativovia XX Settembre, 1361037 Mondolfo (PU)T. & F. +39 0721 957137nerodeco@nerodeco.itnerodeco.comfacebook twitter instagram pinterest play store apple storeLe informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell\\\’art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente per telefono al +39.0721.957137 o inviando un messaggio all\\\’indirizzo e-mail: nerodeco@nerodeco.it

 

GARANZIA

Vorremmo ricordarvi che qualsiasi malfunzionamento dovuto a difetti di fabbricazione riscontriate nella cucina e’ coperto da una garanzia di due anni, vi esortiamo quindi a  rivolgervi con fiducia al vostro rivenditore per qualsiasi necessita’ abbiate. Gli elettrodomestici sono invece coperti da garanzia del produttore (generalmente di 1 anno). Quindi qualsiasi malfunzionamento concerna gli stessi dovra’ essere comunicato alla casa produttrice degli elettrodomestici che avete selezionato al momento dell’acquisto.

 

AMBIENTE

Vama Cucine durante tutto il ciclo produttivo tiene sempre nella massima considerazione il  rispetto dell’ambiente con l’utilizzo di materiali eco-compatibili e comunque fornendosi sempre da produttori che danno garanzie specifiche in merito ai loro processi produttivi.
L’azienda inoltre, in ottemperanza alle disposizioni di legge, separa gli scarti di produzione in funzione del tipo di materiale, al fine di poterne favorire il riciclaggio. Per lo smaltimento dei rifiuti si affida ad agenzie specializzate che raccolgono gli scarti di produzione e li trasferiscono in stabilimenti specializzati nella loro gestione. Vama cucine utilizza particolati di legno o pannelli che non contengano formaldeide, utilizza vernici atossiche ed esenti da esalazioni, materie plastiche atossiche per alimenti su cassetti e cassettoni. Attenzione per il cliente significa anche attenzione alle materie utilizzate e ai metodi di produzione.